600 TON/GIORNO: IL PARERE DEI CITTADINI

 In Editoriale, Novità

Il 3 ottobre è stata pubblicata ufficialmente la richiesta, da parte di Laminam Spa, di più che triplicare la produzione dello stabilimento di Borgotaro, passando dalle attuali 190 a 600 tonnellate al giorno di prodotto cotto. Una richiesta legittima da parte dell’azienda ma che arriva all’indomani dell’inizio dei lavori del Comitato Tecnico Scientifico che dovrà comprendere e trovare delle soluzioni ai problemi di carattere sanitario ed ambientale che da quasi due anni investono l’aria di Borgotaro.

La richiesta di triplicare la produzione prevede 60 giorni entro i quali singoli cittadini, comitati, associazioni e portatori d’interesse possono avanzare delle osservazioni in merito al progetto.

Le osservazioni vanno presentate all’Autorità Competente Regione EmiliaRomagna, al seguente indirizzo di posta elettronica:
vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it
Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle Autorizzazioni e Concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoopr@cert.arpa.emr.it

E’ evidente che in questi sessanta giorni non potranno arrivare risposte definitive dal Comitato Tecnico Scientifico, quindi come Comitato L’Aria del Borgo stiamo già lavorando, con il supporto di diversi consulenti qualificati, per presentare osservazioni tecniche al progetto.

Ma ormai è chiaro che questo problema non riguarda più solo gli aspetti tecnici e scientifici, ma anche aspetti sociali e di prospettiva di sviluppo del nostro territorio, e quindi riteniamo che tale scelta non possa essere lasciata solo in mano ai tecnici, ma debba coinvolgere anche e soprattutto i cittadini di Borgotaro. Per questo, chiediamo al sindaco Diego Rossi, alla sua giunta e a tutto il consiglio comunale di predisporre un percorso di partecipazione vero, che coinvolga i cittadini in quella che potrebbe essere una decisione che segnerà in modo indelebile il futuro della nostra valle.
Invitiamo, dunque, l’Amministrazione comunale ad indire un referendum consultivo, come previsto anche dallo Statuto comunale, per chiedere ai cittadini di Borgotaro se vogliono che l’azienda triplichi la produzione oppure no, e di farlo entro i sessanta giorni, in modo che il risultato della consultazione venga presentato agli enti competenti come osservazione popolare al progetto.

Recent Posts
Contattaci

La nostra mission è preservare l'ambiente per noi e per i nostri discendenti.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi