L’ultima comunicazione ufficiale

 In Comunicazioni di servizio, Novità

Fin dal principio di questa spiacevole vicenda, abbiamo denunciato come i soggetti coinvolti, pubblici e privati, non abbiano mai fornito comunicazioni chiare e tempestive di quello che stava accadendo, o sarebbe accaduto di lì a poco, e come questo, più di qualsiasi altro fattore, abbia minato il rapporto di fiducia con la cittadinanza e destabilizzato la coesione di una intera comunità.

Visto il silenzio che sta avvolgendo anche questa seconda fase, che vedrà la sperimentazione dei filtri a carboni attivi, sembra che quel gap comunicativo difficilmente verrà colmato. Pertanto, in attesa di ricevere un riscontro alle richieste che abbiamo avanzato, riportiamo l’ultima comunicazione ufficiale dell’Amministrazione Comunale (Delibera n.044 del 31.07.17)  in risposta ad una interrogazione della minoranza.

 

Il Sindaco ,in riferimento alla richiesta di accesso agli atti della minoranza in data 14 luglio
prot.6637 (allegato A) segnala di avere già spedito via mail al capogruppo di minoranza ,con nota
di accompagnamento (allegato B) la propria lettera, con cui il 9 febbraio si chiedeva all’Arpa la
revisione AIA ,al fine di superare il problema odorigeno Laminam nel frattempo verificatosi
(allegato C) ; aggiorna su iter di revisione partito il 28 febbraio ,proprio in base a quest’ultima
lettera e che ha visto l’ultima riunione il 27 scorso, nel quale si è definita, dopo la presentazione del
progetto da parte dell’impresa, l’autorizzazione ad installare impianto a carboni attivi per
eliminazione problema emissioni odorose,stabilendo una soglia molto limitata ,basata sul limite
fissato per il primo forno ; rileva che il mese di agosto verrà usato per completare l’installazione dei
citati filtri e che successivamente ne verrà verificato l’effetto allo scopo ,in caso negativo, di
fermare la produzione o passare alla seconda fase che prevede un secondo forno con due linee in
più ,mentre non sarà completa la fase 3 (terzo forno e ulteriori linee,escluse dalla stessa impresa);
dichiara che sono state date assicurazioni circa il non utilizzo di scarti ceramici e sostiene che il
percorso fatto ,con apporto di tutti, sta portando alla soluzione positiva auspicata ,che non può
prescindere dalla eliminazione delle criticità ambientali -sanitarie per consentire, in una azione
unitaria, la crescita produttiva ed occupazionale; il consigliere Avalli esprime preoccupazioni per la
delibera regionale di autorizzazione iniziale che qualcuno ha trovato molto carente ,in particolare
quando consente due anni di periodo di adeguamento all’impresa e anche per la scelta di una tecnica
(filtri a carboni attivi) priva di una adeguata sperimentazione ,che quindi lascia dubbi nella
popolazione e fa prospettare un lungo periodo di ulteriori disagi; conclude affermando che la
sollecitazione è stata mandata e che deve essere il Sindaco a valutarla onde evitare la frattura
sociale e le manifestazioni di piazza recenti; il Sindaco chiarisce che (oltre ad essere scorretta
l’affermazione secondo cui l’autorizzazione viene rilasciata dal Comune), rispetto alla delibera
regionale, risalente a ottobre 2016,c’è stato un completo cambio di scenario ,dato proprio dagli
avvenimenti successivi dai quali deriva la modifica dell’AIA avviata sulla scorta della lettera del
Comune e le conseguenze molto pesanti sull’azienda ,con previsione di possibile sospensione in
caso non vada a buon fine la richiesta di significative mitigazioni; ammette che quello di Laminam
è il primo caso di uso della tecnica a carboni attivi per queste emissioni ma è anche vero che tale
metodica è attualmente la migliore disponibile ; conclude segnalando che alcune lamentele sono
arrivate anche in momento di cessata produzione e da zone che ospitano anche altre aziende in
attività, con prescrizioni AIA riviste e rispetto alle quali sono in corso sia controlli che procedimenti
sanzionatori ; il consigliere Vignali lamenta l’atteggiamento di minimizzazione dei problemi
esibito da Arpa nella seduta consiliare dedicata al problema e reputa che le sollecitazioni siano state
molto sottovalutate fermo restando che,certamente,va fatto un monitoraggio anche di altri soggetti
la cui attività può essere causa del problema ,azione questa sulla quale la minoranza assicura
appoggio; il Sindaco nega che ci sia stata minimizzazione ,essendo invece stato solo detto che
esistevano due diversi filoni di indagine una per le sostanze acide e una per quelle odorigene; il
consigliere Vignali conferma che il problema è stato comunque sollevato dalla minoranza quando

ancora non ne esisteva piena consapevolezza e rileva che ancora nel recente mese di luglio ci sono
stati problemi irritativi per cui consiglia al Sindaco di organizzare un assemblea ,visto che non
sembra esserci una piena informazione e specie in vista della ripresa della scuola ; fa notare che la
cosiddetta “prevenzione primaria” non è solo di pertinenza della sfera medica ma di tutti coloro che
hanno una veste tale da incidere su ambiente ,stili di vita e così via, ivi incluso il Comune; il
Sindaco sostiene che vi è stata data informazione completa e senza omissioni su quanto uscito da
Arpa e Ausl, come si potrà vedere esaminando i verbali della conferenza dei servizi,del tutto
allineati con quanto uscito all’esterno; giudica che al momento esista un clima più adatto al
confronto e nega che ci siano state sottovalutazioni anche da parte del Comune,visto che la
revisione è partita proprio da iniziativa del Sindaco; assicura che gli stimoli verranno raccolti ,come
è giusto che sia; il consigliere Daffadà rimarca che c’è sempre stato rispetto per chi ha posto il
problema in consiglio comunale e mai si è “dato del matto” a chi ha esposto disagi collettivi e
personali.
Il Sindaco ,infine segnala che,sia pure con la citazione impropria dello Statuto dell’Unione, un
gruppo di cittadini ha chiesto di essere sentito in consiglio(vedasi allegato D): a tal proposito , è
stato proposto ai capigruppo (con nota del 31 luglio che viene consegnata al capogruppo di
minoranza e allegata al verbale –lett.E) di incontrare tali persone il 7 agosto alle ore 21.

Recent Posts
Contattaci

La nostra mission è preservare l'ambiente per noi e per i nostri discendenti.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi