NON SIAMO 44 GATTI

 In Editoriale, Novità

Tra la documentazione presentata da Laminam Spa nella Valutazione d’Impatto Ambientale per richiedere di triplicare la produzione, passando dalle attuali 190 alle 600 tonnellate al giorno, c’è uno studio sull’impatto socio economico, commissionato dalla stessa azienda a Nomisma, società di consulenza che realizza attività di ricerca e consulenza economica per imprese, associazioni e pubbliche amministrazioni, a livello nazionale e internazionale.

Nella corposa relazione, tra i tanti dati snocciolati, quello che ci ha maggiormente colpiti è la parte realizzata mediante interviste telefoniche a 250 cittadini residenti nei comuni di Borgotaro, Albareto, Bardi, Bedonia, Fornovo, Compiano, Valmozzola.

“Obiettivo dell’indagine era acquisire la percezione della popolazione sulle condizioni di vita e sulle opportunità/criticità che i comuni di residenza esprimono.”

In questo post andiamo ad analizzare le risposte riguardati la percezione su ambiente e salute.

Alla domanda “Quale percezione esprimono i residenti rispetto alla località in cui vivono (risposta multipla)?” i cittadini di Borgotaro evidenziano una minore soddisfazione per quel che attiene la salubrità della località in cui vivono (72%), rispetto ai residenti negli altri comuni (81%).

Anche alla  domanda “Quale livello di di soddisfazione esprimono i cittadini rispetto alla località in cui vivono (scala da 1=Per niente soddisfatto a 5=Estremamente soddisfatto)” i borgotaresi evidenziano una minor soddisfazione per quel che riguarda la qualità dell’ambiente/aria (3.35) rispetto agli altri valligani (3.82).

Anche sugli “aspetti su cui intervenire in modo prioritario secondo i cittadini (prima risposta)” l’inquinamento dell’aria è di gran lunga più considerato dai borgotaresi rispetto agli altri (10% vs 3%).

Ma il dato sicuramente più eclatante emerge quando agli intervistati è stato chiesto “quali sono i motivi per cui è peggiorata la qualità della vita”: “Per i rispondenti di Borgotaro il fattore più critico emerso di recente è l’inquinamento ambientale (44% dei casi), fattore invece marginale negli altri comuni (4%).  Una percentuale che conferma quanto sentito sia attualmente il problema ambientale, ben al di sopra della nostra percezione, e in netto contrasto con il racconto di chi prova a convincersi che siamo solo 44 gatti.

Recent Posts
Contattaci

La nostra mission è preservare l'ambiente per noi e per i nostri discendenti.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi